cookiesQuesto sito e gli strumenti di terze parti da esso utilizzati si avvalgono di cookies.
Continuando a navigare accetti il loro uso.

Logo

Parrocchia dell'Immacolata e San Martino a Montughi

Via Ferdinando Paoletti 36 - 50134 Firenze

055 461293

info@immacolataesanmartino.org

Orario S. Messe Festive: sabato 18:00 — domenica 8:30 - 10:00 - 11:30 - 18:00
Orario S. Messe Feriali: 18:00 (escluso il sabato)
S. Rosario: tutti i giorni alle 17:30

L'archivio parrocchiale è aperto
dal lunedì al venerdì
dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

Vuoi riscoprire la gioia del perdono?
Scopri gli orari in cui i nostri sacerdoti
sono disponibili per le confessioni!

NEWS!

Natale 2016 all'Immacolata!

Le candele dell'Avvento:
Tre candele accese per l'avvento
  • prima candela: Vigilanza
  • seconda candela: Conversione
  • terza candela: Gioia
  • quarta candela: Fedeltà
Natività

...Il ringraziamento di Giuseppe... lo stupore dei pastori, la tenerezza di Maria, l’adorazione degli angeli...
E anche se il mondo è buio e colmo di tante ingiustizie, dolori ed errori, la rivoluzione della tenerezza è dirompente e illumina i cuori ancora una volta in questo nostro tempo con la Sua Luce d’amore infinito.
Che sia un Santo Natale del Signore che viene nella nostra casa e pone la sua tenda ancora una volta in mezzo a noi, con l’augurio che la tenerezza scuota i nostri cuori e li colmi di gioia da portare nel mondo e agli altri, a tutti coloro che il Signore ci metterà sulla strada.

Auguri a tutti di un Santo Natale di serenità e gioia!

 

Il nostro Presepe...

Il Presepe dell'Immacolata Il Presepe dell'Immacolata - particolare Il Presepe dell'Immacolata - particolare Il Presepe dell'Immacolata - particolare

Il Presepe Vivente

Locandina del Presepe vivente Vista dall'alto

Mercoledì 4 gennaio alle ore 19:00 i nostri bambini dell'Oratorio ci hanno fatto un regalo bellissimo: un Presepe Vivente, o meglio una "Sacra Rappresentazione" sulla nascità di Gesù: una voce narrante ha letto i corrispondenti brani del Vangelo mentre i bambini mimavano le varie scene intervallate da canti natalizi eseguiti dal nostro coro.
Una serata davvero ricca di emozioni! Perciò ringraziamo di cuore i nostri bambini, gli animatori dell'oratorio, don Renato, il coro e tutti coloro che, dietro le quinte!, hanno contribuito a fare questo bellissimo regalo alla nostra comunità!
Dio vi benedica!

Di seguito un piccolissimo assaggio...

NB: Alcune foto sono state volutamente sfocate in modo da non essere nitide, per rendere i bambini non riconoscibili (la prudenza, si sa, non è mai troppa...)
Inoltre, per vedere le foto come una gallery, clicca sulla prima e falle scorrere con le freccine!

Profezia introduttiva - Al buio

Il popolo che camminava nelle tenebre
ha visto una grande luce;
su coloro che abitavano in terra tenebrosa
una luce rifulse.
Hai moltiplicato la gioia,
hai aumentato la letizia.
Gioiscono davanti a te
come si gioisce quando si miete
e come si esulta quando si divide la preda.
Perché tu hai spezzato il giogo che l'opprimeva,
la sbarra sulle sue spalle,
e il bastone del suo aguzzino...
Perché un bambino è nato per noi,
ci è stato dato un figlio.
Sulle sue spalle è il potere
e il suo nome sarà:
Consigliere mirabile, Dio potente,
Padre per sempre, Principe della pace.
Grande sarà il suo potere
e la pace non avrà fine
sul trono di Davide e sul suo regno,
che egli viene a consolidare e rafforzare
con il diritto e la giustizia, ora e per sempre.
Questo farà lo zelo del Signore degli eserciti.

I quadro - Casa di Maria a Nazareth

Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

Allora Maria disse all'angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l'angelo si allontanò da lei.

L'annunciazione L'annunciazione

II quadro - Betlemme, la città

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta.

Mentre si trovavano a Betlemme, si avvicinarono i giorni del parto. Giuseppe cercò un luogo chiuso per far partorire Maria, ma per loro non c'era posto nell'alloggio. Gli indicarono una capanna in cui erano tenuti gli animali per la notte, lì condusse la sua sposa per dare alla luce il bambino.

Il censimento La ricerca di un alloggio Verso la capanna

III quadro - Betlemme, la capanna

Si compirono per Maria i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia.

La nascita di Gesù La nascita di Gesù

IV quadro - Fuori Betlemme

C'erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all'aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l'angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia». E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Dio e diceva:
«Gloria a Dio nel più alto dei cieli
e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».

Appena gli angeli si furono allontanati da loro, verso il cielo, i pastori dicevano l'un l'altro: «Andiamo dunque fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere». Andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia.

I Pastori L'annuncio ai pastori L'annuncio ai pastori Alla capannuccia

V quadro – I Re Magi

Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: «Dov'è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo». Risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:
E tu, Betlemme, terra di Giuda,
non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda:
da te uscirà infatti un capo
che pascerà il mio popolo, Israele.

Udite queste parole, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra.

Arrivano i Re Magi

...e alla fine

...i bambini hanno cantato "Tu scendi dalle stelle" e tutti ci siamo raccolti per un momento di preghiera davanti alla capannuccia...

Gran finale I fedeli alla capannuccia
 

Il sito è ottimizzato per le ultime versioni dei seguenti browsers:
Mozilla Firefox,
Chrome,
Internet Explorer,
Microsoft Edge e
Safari.

Per qualsiasi problema inerente al sito scrivi a webmaster@immacolataesanmartino.org

Licenza Creative Commons

Ove non diversamente precisato, le foto, le immagini e le elaborazioni grafiche presenti sul sito sono state realizzate da Elisa Valle e sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.
Per altri usi scrivere a info@langolodellagrafica.it

Designed with and by L'angolo della grafica, thanx to JoomShaper. Powered by Joomla!, a Free Software released under the GNU/GPL License.